Rental

Feb 12 2019

BORSA ITALIANA OGGI, borsa in italia.

#Borsa #in #italia


BORSA ITALIANA OGGI/ Milano news: chiusura a +0,22%, Fca a -2,18% (30 aprile 2018)

Borsa italiana news. Piazza Affari oggi inizia una nuova settimana puntando ai 24.000 punti. Non mancano dati macroeconomici interessanti. Gli aggiornamenti sulle azioni più importanti

Borsa italiana, Lapresse

Pubblicazione: lunedì 30 aprile 2018 – Ultimo aggiornamento: lunedì 30 aprile 2018, 17.42

PIAZZA AFFARI, LA CHIUSURA

La Borsa italiana chiude con un rialzo dello 0,22% e sul listino principale troviamo in rosso solo A2A (-0,03%), Atlantia (-0,47%), Banco Bpm (-0,25%), Exor (-0,06%), Fca (-2,18%), Mediaset (-0,33%), Mediobanca (-0,64%), Stm (-0,03%), Telecom Italia (-0,53%) e Terna (-0,04%). I rialzi più consistenti sono quelli di Azimut (+0,72%), Bper (+0,99%), Brembo (+0,91%), Buzzi (+0,77%), Cnh Industrial (+0,84%), Ferragamo (+1,62%), Generali (+0,66%), Leonardo (+1,16%), Luxottica (+0,78%), Moncler (+1,33%), Poste Italiane (+1,68%), Saipem (+0,79%), Tenaris (+2,37%), Unipol (+0,77%) e UnipolSai (+1%). Il cambio euro/dollaro resta sotto quota 1,21, mentre lo spread tra Btp e Bund si attesta a 122 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 16:05

La Borsa italiana si muove in sostanziale pareggio (-0,04%) e sul listino principale troviamo in rosso A2A (-0,1%), Atlantia (-0,3%), Banco Bpm (-0,3%), Enel (-0,4%), Eni (-0,3%), Exor (-0,6%), Fca (-2,3%), Fineco (-0,3%), Italgas (-0,5%), Mediaset (-0,7%), Mediobanca (-0,5%), Stm (-0,4%), Telecom Italia (-0,5%), Terna (-0,1%) e Ubi Banca (-0,2%). Campari e Snam, invece, si trovano in parità. I rialzi più consistenti sono quelli di Brembo (+1,1%), Buzzi (+1%), Ferragamo (+1,2%), Generali (+0,7%), Leonardo (+1,3%), Moncler (+0,8%), Poste Italiane (+1,6%), Prysmian (+0,6%), Tenaris (+3%), Unipol (+0,9%) e UnipolSai (+0,9%). Fuori dal listino principale Prismi sale del 10,8%, mentre TerniEnergia cede il 7,4%. Il cambio euro/dollaro scende sotto quota 1,21, mentre lo spread tra Btp e Bund supera i 122 punti base.

PIAZZA AFFARI, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10:30

La Borsa italiana guadagna lo 0,2% e sul listino principale troviamo in rosso solamente Eni (-0,5%), Exor (-0,4%), Fca (-1,7%), Ferrari (-0,4%), Italgas (-0,1%), Mediobanca (-0,1%), Stm (-0,4%) e Telecom Italia (-0,1%). Yoox, invece, si trova in parità. I rialzi più consistenti sono quelli di A2A (+1,6%), Azimut (+1,2%), Banco Bpm (+0,7%), Banca Generali (+0,8%), Bper (+1,1%), Ferragamo (+0,7%), Generali (+1%), Intesa Sanpaolo (+0,7%), Leonardo (+1,8%), Mediaset (+0,7%), Moncler (+1,3%), Poste Italiane (+1,6%), Prysmian (+0,7%), Tenaris (+4%), Terna (+0,7%), Unipol (+0,8%) e UnipolSai (+0,9%). Fuori dal listino principale Juventus FC sale del 5,3%, mentre TerniEnergia cede l’8,4%. Il cambio euro/dollaro si trova sopra quota 1,21, mentre lo spread tra Btp e Bund sfiora i 117 punti base.

PIAZZA AFFARI RIPUNTA A QUOTA 24.000

Giornata macroeconomica con alcuni dati interessanti quella di oggi. Alle 8:00 le vendite al dettaglio in Germania per il mese di marzo: le attese sono per un incremento dello 0,9%, in netto miglioramento rispetto al ribasso del mese precedente. Alle 11:00 la prima lettura preliminare dell’indice dei prezzi al consumo in Italia nel mese di aprile: si prevede un incremento dello 0,1%, in contrazione sul mese precedente. Alle 14:30 dagli Stati Uniti il dato relativo alle spese personali di marzo: il consensus vede una crescita dello 0,4%, in aumento rispetto a febbraio. Alle 15:00 un’asta di titoli di Stato francesi con scadenza a dodici mesi e tassi visti in negativo di circa mezzo punto percentuale.

Venerdì Piazza Affari ha chiuso con un ribasso dello 0,47% a quota 23.927 punti. Male i titoli bancari, così come Fca che ha lasciato sul terreno quasi tre punti percentuali. Una delle peggiori banche è stata Unicredit che è scesa dell’1,51%. In calo anche Banco Bpm ha ceduto l’1,34%. Meglio Intesa Sanpaolo che è scesa comunque dello 0,64%. Molto bene, invece, Cnh Industrial che è stata la migliore del Ftse Mib grazie a un rialzo del 3,62%. Bene anche UnipolSai che è salita più di un punto percentuale. In ribasso anche Leonardo che ha ceduto l’1,13%. Non benissimo Enel che in chiusura ha ceduto lo 0,29%. Lo spread tra Btp e Bund ha chiuso in rialzo vicino a 117 punti base. In calo, invece, il rendimento del Btp decennale che si è attestato all’1,74%.


Written by MICHIGAN